Login:
Password:


Clicca qui per registrarti


Partners





















     
 

Data: 24/08/2006

Il futuro degli hard disk ha 2 strade

Le alte temperature porteranno alla fine dell'attuale tecnologia di produzione di hard disk. I produttori stanno studiando 2 nuove tecniche per essere pronti alla sfida col futuro

Roma - La tecnologia degli hard drive perpendicolari che è iniziata a prendere piede lo scorso anno ha consentito ai produttori di incrementare la densità dei dispositivi e di conseguenza la capacità di immagazzinare dati di circa il 50% per anno. Questa tecnica produttiva però sembra che raggiungerà il suo limite entro i prossimi 5 anni e per questo i grandi produttori di hard disk sono già proiettatati a studiare nuove tecnologie per essere pronti alla sfida del 2011. Oggi Segate e Hitachi, il primo ed il secondo produttore al mondo di hard disk rispettivamente, stanno lavorando su duestrade differenti per prepararsi al mercato del futuro. Segate sta spingendo per adottare il concetto del cosiddetto "heat-assisted magnetic recording". Questa tecnica coinvolge microscopiche celle di calore sui piatti dei dischi come parti del processo di registrazione. Hitachi d'altra parte si sta orientando a favore della tecnica "patterned media". Quest'ultima è basata sul concetto di isolamento delle singole celle dove vengono immagazzinati i dati (a differenza del caso attuale dove sono contigue fino a formare un film). Per questo si parla anche di tecnologia a celle puntuali. Cinque anni per programmare il futuro non sono tanti per i costruttori di hard drives vista pure la forte concorrenza che stanno proponendo i produttori di flash memory. "Dobbiamo riuscire a mantenere una crescita di densità per area del 40% se vogliamo esere davanti alle flash memory" ha affermato Mark Kryder capo dell'ufficio tecnico di Segate. Probabilmente il mercato si muoverà su un uso combinato delle due tecniche (heat-assisted e patterned media) fino a garantire la produzione di dispositivi in grado di immagazzinare 50 terabits di dati per pollice quadrato cioè circa 280 volte in più di quanto si otterra entro la fine dell'anno con i nuovissimi dispositivi Toshiba. Il futuro è già oggi e la sfida al terabit è già aperta.

Fonte: News.com

 
     








Inserisci qui il codice per vedere lo stato della tua spedizione:

City Computer Service S.r.l. © 2007 | P.Iva 09461121007 | Privacy Policy | Cookies Policy Site Map