Login:
Password:


Clicca qui per registrarti


Partners





















     
 

Data: 17/07/2006

Prime prove dell'Intel Core 2 Duo

I primi test del nuovo chip evidenziano prestazioni elevate superiori a quelle dei dual core della famiglia AMD

Roma - I primi test effettuati sul nuovo chip Intel COre 2 Duo, che debutterà ufficialmente il 27 luglio prossimo, evidenziano prestazioni entusiasmanti che fanno prevedere un rilancio totale di Intel sul mercato delle cpu per desktop. Secondo il test di benchmark effettuato da PCworld il nuovo chip, inizialmente battezzato come Conroe, ha segnato prestazioni superiori del 17% rispetto ad un sistema equivalente di tipo AMD equipaggiato con il chip Athlon 64 FX-62. Tutti i test effettuati con differenti configurazioni del Core 2 Duo hanno mostrato impressionanti velocità soprattutto per applicazioni multimediali e multi-task. Anche la parte gaming beneficierà considerevolmente delle prestazioni offerte dai nuovi chip. La nuova linea di processori Intel presenterà range a partire dal chip E6300 da 1.86-GHz (prezzo $183) con 2MB di cache al chip Core 2 Extreme X6800 da 2.93-GHz (prezzo $999) con 4MB di cache; tutti presenteranno un bus di sistema da 1066-MHz. Sebbene i chip Core 2 Duo usano la stessa interfaccia Socket 775 degli attuali Pentium 4 e Pentium D essi richiederano dei nuovi chips così sarà necessario acquistare nuove schede madri. In particolare le prove di PCWorld sono state effettuate su schede con chip Intel 975X Express ma anche ATI e nVidia hanno già le loro piattaforme pronte per ospitare i Core 2 Duo. Anche dal punto di vista dell'assorbimento di potenza il nuovo chip Intel apporterà significativi vantaggi. La recedente generazione di chip Pentium Extreme Edition raggiungeva consumi fino a 135 watts; il Core 2 Extreme X6800 si spinge fino a 75 watts secondo quanto descritto nelle specifiche fornite da Intel. Ciò porterà ad avere pc più piccoli e silenziosi con altissime prestazioni. Molti dei vantaggi prestazionalidel nuovo chip rispetto ai suoi predecessori Pentium sono dovuti ad un'unità di esecuzione addizionale su ogni core (il core 2 nha 4 unità per CPU mentre il Pentium D 3). Un'altra particolarità che distingue questo nuovo chip dalla linea AMD Athlon 64 e dalle CPU PeniumD, che dedicano una certa quota di cache L2 ad ogni CPU core, è rappresentata dal datto che il Core 2 Duo fornisce un accesso condiviso a tutti i core alla cache L2. Il chip oi distribuirà la cache sui vari core a seconda delle necessità. L'introduzione di questo nuovo chip riporta Intel ad avere un vantaggio prestazionale sui rivali di AMD dopo alcuni anni. AMD d'altra parte non si sente minacciata da questa nuova invasione ed annuncia nuovi ragli di prezzi per questo mese. Alla fine dell'anno poi la compagnia lancerà il 4x4 una stupefacente piattaforma che permetterà ai sistemi di utilizzare una coppia di chip dual core anche se le applicazioni e i giochi in grado di avvantaggiasi di CPU multiple sono ancora rare.

Fonte: PCWorld.com

 
     








Inserisci qui il codice per vedere lo stato della tua spedizione:

City Computer Service S.r.l. © 2007 | P.Iva 09461121007 | Privacy Policy | Cookies Policy Site Map