Login:
Password:


Clicca qui per registrarti


Partners





















     
 

Data: 17/07/2007

Il cellulare open source vs iPhone

La filosofia dell'open source approda anche nel mondo della telefonia

Abbiamo appena assistito - per ora da spettatori interessati, visto che l'uscita in Europa è ancora lontana - al lancio dell'iPhone, un prodotto destinato ad avere un impatto importante sul mercato consumer in tutto il mondo, che la comunità della rete è già in fermento per l'uscita di un nuovo smartphone, dalle caratteristiche davvero particolari. Debutta infatti Neo 1973, quella che potrebbe essere la risposta open source al gioiello di casa Apple.
Si parla solitamente di open source per indicare quei software rilasciati in modo tale da consentire agli sviluppatori di intervenire sul codice sorgente, arricchendone le potenzialità tramite un lavoro di collaborazione, spesso libera e spontanea. Lo smartphone del progetto OpenMoko, realizzato dalla FIC (First International Computer), punta a creare una piattaforma libera nel campo della telefonia mobile, aprendo la strada alla personalizzazione pressoché totale dei software e delle funzionalità del proprio apparecchio.
Intanto Neo 1973 utilizza il sistema operativo Gnu/Linux OpenMoko, e se da un lato deve concedere al rivale di casa Apple i vantaggi di avere una fotocamera e la connettività Wi-Fi – quest'ultima sarà però presente già dalla prossima versione del modello -, dall'altro presenta comunque una dotazione di tutto rispetto, come il touch-screen utilizzabile direttamente con le dita e gli accelerometri che ne modificano la posizione dello schermo in base all'orientamento, oltre a Bluetooth, una porta USB e un'ampiezza dello schermo di 2,8 pollici in diagonale.
La produzione è per il momento orientata verso sviluppatori e intenditori, con due modelli da 300 o da 450 dollari, e dal mese di Ottobre si parla dell'uscita di un modello destinato alla distribuzione di massa, più facilmente gestibile dai meno esperti.
Di certo possiamo affermare che, così come è avvenuto con il software libero per i computer, il concetto di “liberazione della telefonia” esprime una filosofia in netto contrasto con quella delle “piattaforme chiuse” delle grandi compagnie. Non mancheranno quindi le sorprese in questa fetta di mercato che grazie, ai rapidi sviluppi delle tecnologie portatili, va avvicinandosi sempre più a quella dei notebook.

Fonte: Copyright Nexta Media

 
     








Inserisci qui il codice per vedere lo stato della tua spedizione:

City Computer Service S.r.l. © 2007 | P.Iva 09461121007 | Privacy Policy | Cookies Policy Site Map